‘Notizia che vale, costa’

Murdoch mantiene quanto annunciato ad agosto: news online a pagamento.  Da giugno con il ‘Times’ e il domenicale ‘Sunday Times’, poi toccherà alle altre testate di NewsCorp. E annuncia la versione per iPad del ‘Wall Street Journal’ a $17.99 al mese.

 

A partire dal primo giugno, chi vorrà leggere online ‘Times’ e ‘Sunday Times’ dovrà pagare una sterlina (1,10 euro) per ogni giornata d’accesso e due sterline per una settimana di sottoscrizione.

Rupert Murdoch aveva preannunciato ad agosto la decisione che – dicono gli esperti – sarà seguita con grande attenzione da tutto il mondo dell’editoria.

Vale quindi costa

“E’ solo l’inizio”, ha detto Rebekah Brooks, la consigliere delegata di News International, anticipando che altri due titoli del gruppo – il tabloid ‘Sun’ e il domenicale ‘News of the World’ – seguiranno la stessa strada.

“Siamo orgogliosi del nostro giornalismo e non ci vergognamo nel dire che vale. In un momento decisivo per il giornalismo, questo è un passo cruciale per far sì che il business delle notizie sia una proposta economica interessante”.

‘Freemium’

Una tendenza inaugurata dal ‘Wall Street Journal’ , anch’esso di Murdoch, da tempo a pagamento. L’altro principale quotidiano finanziario, il Financial Times, permette di consultare in modo gratuito dieci articoli al mese. Il modello è quello dell’abbonamento “Freemium”, semi-gratuito, che prevede il pagamento di una parte dei contenuti online.

E’ il caso del ‘New York Times’, del britannico ‘The Independent’, dei francesi ‘Le Monde’, ‘Liberation’ e ‘Le Figaro’, dello spagnolo ‘La Vanguardia’.

WSJ per iPad

L’iPad deve ancora arrivare sul mercato americano, il 3 aprile (a fine aprile in Europa) ma l’applicazione per poter leggere il quotidiano finanziario di Murdoch sul tablet Apple è già stata messa in vendita, ad un costo di 17.99 dollari al mese.

L’edizione del Wall Street Journal per Kindle, il lettore di Amazon, costa attualmente 14.99 dollari al mese. Murdoch non aveva nascosto il suo entusiasmo per la novità: “L’iPad – ha detto da Abu Dhabi in una intervista a Fox Business Channel – ci offrirà una esperienza completa: musica, libri, giornali e film su un supporto molto piccolo”.

Intanto, in Italia

Corriere.it ha rotto gli indugi e staccato la spina all’edizione online gratis, a cominciare dagli smartphone. La blogosfera non ha gradito, a cominciare dal curatore della rubrica “Vita digitale” dello stesso Corriere, Federico Cella. “Cosa ne pensate di questa novità? Personalmente, fatta così come è stata fatta, non mi trova entusiasta” afferma Cella. Le risposte al post non si sono fatte attendere, quasi tutte di segno negativo.

(c.g.)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *