BlackBerry in caduta libera

Apple e Google, con iPhone e Android, erodono in un anno il 15% delle quote di mercato dello smartphone Rim. Colpa delle applicazioni, sempre più sofisticate nei concorrenti del BlackBerry. Che starebbe per adottare un nuovo sistema operativo, sostiene il Nyt.

Non serve la palla di vetro per capire che il futuro di Rim (Research in Motion), la società canadese che produce i BlackBerry, non sarà roseo, sostiene il New York Times.

L’insidia a quello che era lo smartphone leader del mercato arriva dall’iPhone e da nuovi cellulari con il sistema operativo Android di Google. La fortuna del BlackBerry era poggiata sull’efficienza del sistema di posta elettronica, considerato più affidabile e facile da usare rispetto agli altri concorrenti. Ma Apple e Google nel frattempo hanno perfezionato i loro prodotti con le applicazioni extra.

Oggi, gli utenti dell’iPhone possono scaricare un numero di applicazioni trenta volte superiore a quelli di BlackBerry. La percentuale di mercato americano dominata da Rim è caduta dal 55% al 41% in un anno, mentre la percentuale complessiva di telefoni iPhone e Android è cresciuta nello stesso periodo dal 23% al 49%, riporta il New York Times.

Per il momento Rim riesce a controbilanciare l’erosione di mercato negli Stati Uniti con una crescita delle vendite nel resto del mondo, anche grazie all’abbassamento dei prezzi dei suoi prodotti. Ma secondo gli esperti i mercati esteri tendono prima o poi a seguire quello americano.

Il dominio di Apple e Google nel campo delle applicazioni rischia di imporre uno standard inarrivabile per le aziende concorrenti. Circolano voci che forse Rim potrebbe ancora salvarsi con il lancio di un nuovo sistema operativo in autunno.

(c.g.)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *